Un Pasto al Giorno in Italia - 2015

Se vuoi avere maggiori informazioni sulle attività delle Capanne di betlemme puoi scriverci a: unpastoalgiorno@apg23.org, oppure chiamaci al numero verde gratuito

Roberto è un nonno e un infermiere. Ha lavorato per 20 anni in una casa di riposo, poi ha perso il lavoro. Non voleva gravare sulle sue figlie, che avevano dei bimbi piccoli, e non voleva farle preoccupare. Così, è finito a vivere in strada. Per mesi è venuto a dormire alla Capanna di Betlemme: sempre educato e generoso, era il primo a prendersi cura di chiunque avesse bisogno. Roberto, oggi, vive stabilmente alla Capanna di Betlemme dove sta ricominciando a costruirsi il suo futuro.

Ogni sera, nelle Capanne di Betlemme di Milano, Bologna, Chieti, Forlì, Rimini e Farigliano (TO), centinaia di persone trovano un pasto caldo e un luogo protetto in cui dormire. Tante altre, invece, le incontriamo sui marciapiedi, nelle stazioni e nei parchi: offriamo loro una bevanda calda e un panino ma, soprattutto, ascolto e amicizia.

Come è successo a Roberto, per molti quel pasto, quell'incontro veloce, si è trasformato nell'inizio di una nuova vita.

Se abbiamo potuto dare una casa, una famiglia e un'opportunità a persone che avevano perso tutto, ritrovandosi a vivere in strada senza una casa, un lavoro, una famiglia è stato grazie alle persone che hanno scelto di sostenere Un Pasto al Giorno.

Il tuo aiuto è importantissimo perché per il 46% delle persone adulte che accogliamo in Italia non riceviamo nessun contributo. Per continuare a dare un pasto al giorno e una seconda opportunità alle persone "di cui non s'innamora nessuno", abbiamo bisogno di te!

Resta al nostro fianco. Continua a sostenere Un Pasto al Giorno.


Carrello solidale

Carrello vuoto...