Casa Famiglia MANUELA - Campli, Teramo (TE)

Quanti siamo: 14 persone

Dove siamo: Campli, Teramo (TE)

“Appena sposati abbiamo accolto Silvio, un bimbo affetto da malformazione psico-fisica. Grande era il suo bisogno di essere amato e di avere una famiglia. Grazie a lui abbiamo capito di voler aprire una casa famiglia per diventare papà e mamma di quanti avessero bisogno. Temevamo, però, che per Silvio fosse prematuro avere un fratellino o sorellina ma lui ci disse: ‘Per me va bene, purché si chiami Marco!’.

Dopo alcuni mesi un’assistente sociale ci propose di accogliere un bimbo di 6 mesi, cieco, idrocefalo, epilettico, con una emiparesi al lato destro del corpo e che non sarebbe arrivato ad un anno di vita. Stavamo per rifiutare, non volevamo che Silvio soffrisse enormemente per la morte di un fratellino. Chiedemmo però il nome del bimbo, promettendo che avremmo pregato per lui. ‘SI CHIAMA MARCO!’ ci risposero. Dovemmo arrenderci, lo portammo a casa. Oggi Marco ha 19 anni, ha recuperato la vista, l’uso della gamba e, quasi completamente, della mano. È epilettico, ma frequenta la scuola ed è vivacissimo.

Sono parte della nostra famiglia anche Valerio e Sebastiana, i nostri figli adottati di 10 e 8 anni; 3 ragazzi accolti Ibrahim; Dijana e Raffaele e una nuova bambina di 11 anni che abbiamo accolto a braccia aperte. Finalmente abbiamo inaugurato la nostra fattoria e ora ospita tantissimi animali. Gioacchino ha fatto un bellissimo orto che ci dà verdura in grande quantità. Le piante da frutto sono state generose e per questo ringraziamo Dio per averci donato questo posto e la possibilitàdi vivere in  una dimensione di vita a contatto con la terra e con la natura". 


Mamma Claudia e Papà Gioacchino


Adotta questa Casa Famiglia e diventa Padrino o Madrina, un donatore un po’ speciale!
Ti invieremo una lettera per presentarti la casa e le persone che ci vivono per renderti parte della loro vita. Inoltre, se lo desideri, potrai scrivere loro lettere, pensieri di vicinanza e anche, incontrarli!

Tante persone hanno già scelto di adottare le nostre Case Famiglia e il loro aiuto è davvero molto prezioso. Ma ancora tante famiglie come questa hanno bisogno di sostegno.

“Appena sposati abbiamo accolto Silvio, un bimbo affetto da malformazione psico-fisica. Grande era il suo bisogno di essere amato e di avere una famiglia. Grazie a lui abbiamo capito di voler aprire una casa famiglia per diventare papà e mamma di quanti avessero bisogno. Temevamo, però, che per Silvio fosse prematuro avere un fratellino o sorellina ma lui ci disse: ‘Per me va bene, purché si chiami Marco!’.


Dopo alcuni mesi un’assistente sociale ci propose di accogliere un bimbo di 6 mesi, cieco, idrocefalo, epilettico, con una emiparesi al lato destro del corpo e che non sarebbe arrivato ad un anno di vita. Stavamo per rifiutare ma prima chiedemmo il nome del bimbo: ‘SI CHIAMA MARCO!’ ci risposero. Dovemmo arrenderci, lo portammo a casa. Oggi Marco ha 19 anni, ha recuperato la vista, l’uso della gamba e, quasi completamente, della mano. È epilettico, ma frequenta la scuola ed è vivacissimo.

 

Sono parte della nostra famiglia anche Valerio e Sebastiana; i nostri figli adottati di 10 e 8 anni; 3 ragazzi accolti Ibrahim; Dijana e Raffaele e una nuova bambina di 11 anni che abbiamo accolto a braccia aperte. Finalmente abbiamo inaugurato la nostra fattoria e ora ospita polli, tacchini, papere, oche, conigli, maiali, tartarughe, pappagalli, due asini e stiamo aspettando una capretta e una pecora. Gioacchino ha fatto un bellissimo orto che ci dà verdura in grande quantità. Le piante da frutto sono state generose e per questo ringraziamo Dio per averci donato questo posto e la possibilità di vivere in una dimensione di vita a contatto con la terra e con la natura.”

Mamma Claudia e Papà Gioacchino

SI CI STO! Scelgo di diventare Padrino o Madrina con

Carrello solidale

Carrello vuoto...